English Version

Raffaello in Umbria e la sua eredità
8 Aprile/1 Novembre 2020

Perugia, Palazzo Baldeschi

Le celebrazioni raffaellesche sono un'occasione di valorizzazione del patrimonio artistico-culturale e di promozione del territorio che l’Umbria, e Perugia in particolare, non poteva farsi sfuggire.

Raffaello in Umbria e la sua eredità è un percorso ricco e trasversale, allo stesso tempo attraente, interattivo e di grande valenza documentale. 

Una parte della mostra è dedicata al periodo umbro di Raffaello, grazie ad una importante sezione multimediale con straordinarie videoproiezioni immersive e all’esposizione di alcune opere dei maestri di Raffaello, come il Perugino, Pintoricchio e Signorelli. Questa sezione permetterà, grazie a straordinarie immagini immersive, di ricostruire l’universo pittorico di Raffaello animando con immagini e voce narrante alcune sale del palazzo. Effetti e visioni di capolavori frutto dell’attività umbra del pittore, nel periodo compreso tra il 1500 e il 1504-1505, andranno a comporre un suggestivo racconto al quale si aggiungeranno i materiali archivistici che parlano di Raffaello e del suo rapporto con questa regione.

L’altra sezione, prettamente espositiva, è dedicata all’eredità lasciata dall’artista soprattutto in ambito accademico e pone in luce come Perugia, insieme a Roma, sia stata un vero epicentro, un laboratorio del Purismo, il gusto che si diffonde nella produzione di dipinti sacri e nella grande decorazione anche profana. Per tutto l’Ottocento, l’Accademia di Perugia è un vivaio di talentuosi pittori che interpretano la lezione degli antichi maestri, Perugino e Raffaello prima di tutti, attualizzandone modelli e stile.

Mostra organizzata dalla Fondazione CariPerugia Arte in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti "Pietro Vannucci".

Palazzo Baldeschi - Corso Vannucci, Perugia

© Riproduzione riservata

Richiedi maggiori informazioni

Riempi i campi sottostanti ed invia la tua richiesta!


Acconsento al trattamento dei dati personali come da D.Lgs. 30/06/2003 n.196

       Loghi istituzionali

webdesign RGB Multimedia